Ricetta dello stoccafisso: come lo fa Nonna Marisa

Lo Stoccafisso fortunato direi. Questa è una di quelle storie così incredibili che dici: “Era destino che dovesse succedere”. Il legame che c’è tra Italia e Stoccafisso è talmente viscerale che soltanto la fine del mondo (forse) potrà permettersi di dividerlo.

Erano gli anni ‘30 del ‘400 quando il vinificatore Pietro Querini salpò alla volta del Belgio per vendere il proprio vino. Al ritorno la nave si imbatté in una burrasca e Pietro e i compagni naufragarono nelle Isole Lofoten del Circolo Polare Artico.

Fu lì che, con l’aiuto degli abitanti del posto, scoprirono lo Stoccafisso.

Dopo mesi ci fu il ritorno in patria. I naufraghi lasciarono e presero alle Isole Lofoten. Lasciarono qualche figlio fatto con le “lofotenesi” e portarono via lo Stoccafisso. Ad oggi potremmo dire: “uno scambio equo”.

Isole Lofoten e Italia, oggi sono rispettivamente, più grande produttore e importatore al mondo di Stoccafisso.

In Italia esso ha conosciuto molteplici preparazioni, ma nessuna ha il privilegio di avvicinarsi a: “lo Stoccafisso di’ Bonanni”. Lascio a voi il giudizio.

ricetta_stoccafisso

Ingredienti per la ricetta dello stoccafisso

  • 700g di Stoccafisso bagnato
  • 1.5 kg di cipolle dorate
  • 500g di pomodori pelati
  • 1 spicchio d’aglio
  • Poco peperoncino
  • Olio, sale e pepe

Tempo di preparazione

Circa 1 ora e 30

Difficoltà

Con l’auspicio di un anno non noiosamente semplice e neanche difficile come l’ultimo, vi vogliamo bene e vi lasciamo con una ricetta né noiosamente semplice, né catastroficamente difficile.

Porzioni totali stoccafisso

4 porzioni

Procedimento dello Stoccafisso

  • Allora, iniziamo coll’affettare le cipolle abbastanza sottili e poi le facciamo bollire in acqua per qualche minuto. A parte, tagliamo finemente anche l’aglio.
  • Adesso prendiamo pomodori e stoccafisso: schiacciamo per bene i pomodori e sfilettiamo lo stoccafisso.
  • Prendiamo una casseruola, ci mettiamo dell’olio (non tanto), i pomodori schiacciati, lo stoccafisso sfilettato, l’aglio tagliato sottile, peperoncino, sale e pepe.
  • Scoliamo le cipolle che erano a bollire e mettiamo anche loro in casseruola.
  • Adesso ci prendiamo 1 ora di pausa perché mettiamo la casseruola a cuocere a fuoco basso.
  • Passata l’ora, lo stoccafisso si sarà asciugato e amalgamato bene, pronto per entrare in bocca. Buon Appetito!

Conclusioni

Lo stoccafisso è solamente una delle ricette che abbiamo raccolto da Nonna Marisa.

Scriviamo articoli e ricette ogni settimana, e le puoi ricevere direttamente sulla tua mail, iscrivendoti alla newsletter.

Condivi su

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email